Terapia Medica

  Categoria: Associazione, Tecniche comparative

Viviamo un epoca di grandi progressi:

fino a poco tempo fa con l’aiuto dei soli farmaci non era possibile controllare con efficacia l’infiammazione delle vie aeree nel loro complessi; le evoluzioni nelle conoscenze farmacologiche ed immunologiche ci consentono invece oggi di annullare l’infiammazione con effetti benefici in termini di riduzione delle secrezioni, miglioramento dei flussi aerei e controllo dell’asma spesso associata alle sindromi respiratorie delle alte vie aeree.

Le associazioni tra nuove molecole consentono risultati estremamente efficaci locali, a fronte di scarso o nullo assorbimento e tossicità per l’organismo.

In passato non esistevano infatti farmaci che contemporaneamente ed in modo sinergico potessero ridurre la quota infiammatoria della mucosa respiratoria in modo efficace e senza effetti collaterali potenzialmente molto dannosi per adulti ma soprattutto per bambini.

Gli spray nasali o bronchiali tradizionali del passato erano di modesta e transitoria efficacia, ed erano gravati da importanti effetti sull’organisimo (alterazioni della crescita, sanguinamenti, aumento della pressione del sangue, squilibri metabolici) specie se utilizzati per medi-lunghi periodi.

Per questo molti pazienti non potevano eseguire le terapie farmacologiche se non per brevissimi periodi, con conseguente scarso controllo dei sintomi e cronicizzazione delle malattie.

Il gran numero di molecole inalatorie disponibili oggi sotto forma di spray anche in associazione tra loro, invece, sono utilizzabili in qualsiasi fase della malattia o età del paziente, con una scelta varia personalizzata in base al tipo e gravità della sindrome.

Grazie all’evoluzione scientifica e al ns continuo aggiornamento possiamo prescrivere farmaci che, a seconda dei casi, risolvono contemporaneamente l’infiammazione allergica dei diversi tratti della via aerea, le fasi infettive, la componente ostruttiva, la secrezione mucosa e via dicendo caso per caso.

Anche per i vaccini immunostimolanti e antiallergici ci sono stati progressi enormi che evitano le lungaggini e le complessità di un tempo che prevedevano cicli di molti anni con iniezioni che andavano eseguite dal medico curante, in alcuni casi con rischio di reazioni anche severe.

Oggi invece i vaccini per le allergie respiratorie sono somministrati in comode e sicure gocce o compresse da sciogliere in bocca, per cicli molto più brevi del passato e senza necessità di andare dal medico se non per la prescrizione iniziale ed i controlli periodici.

Questi sono in grado di indurre una desensibilizzazione verso gli allergeni responsabili delle allergie respiratorie e conseguentemente agire sulle cause della malattia in modo radicale

In più il supporto di integratori specifici ci permette di rinforzare le difese locali e generali riducendo il numero e L’ intensità degli episodi infettivi delle vie aeree.

In passato (e purtroppo ancora ancor oggi in molti casi , per scarso aggiornamento e scarsa conoscenza delle nuove e ormai collaudatissime soluzioni), anche in patologie gravi, ci si limitava a prescrivere Farmaci che davano anche forme di dipendenza dagli stessi (fisica e talvolta psicologica), per evitare i pesanti traumatismi delle alternative chirurgiche a disposizione, le uniche allora possibili.

Oggi abbinando ai moderni farmaci, più efficaci e meno tossici, le soluzioni endoscopiche mini-invasive in modo integrato e completo, che sono talmente soft che possono essere facilmente sopportate anche da un bambino, riusciamo a raggiungere Il nostro vero obiettivo che è il garantire e mantenere il ripristino del Benessere Respiratorio del paziente, senza accanirsi in trattamenti medici isolati di modesta e transitoria efficacia e che dovevano essere somministratati in via esclusiva e ad alti dosaggi con un intento curativo che non potevano mai riuscire ad ottenere.