Laser CO2

  Categoria: Tecniche comparative

Il raggio Laser CO2 agisce sui tessuti attraverso un processo di riscaldamento (Effetto termico) di circa 200 gradi.

L’energia del Laser è assorbita dai tessuti e trasformata in calore; si genera così una coagulazione delle proteine tissutali, che determina una cicatrizzazione dei vasi sanguigni ed una vaporizzazione dei fluidi cellulari.

Per tale motivo il fascio Laser determina una ustione sulle mucose delle prime vie aeree e tale effetto, desiderabile in campo oncologico per maggiore “sterilizzazione” della parte trattata, rappresenta un problema nella terapia di affezioni funzionali delle prime vie respiratorie.

I Laser di nuova generazione cercano di risolvere il problema con fasci sempre più collimati, anche se resta grande la differenza con le metodiche a radiofrequenza caratterizzate da basse temperature.