Risolvere il russamento notturno e le sinusiti senza il bisturi

S

Da alcuni anni ci confrontiamo con una patologia emergente molto frequente quanto sottostimata,­ che si accompagna al russamentonotturno (roncopatia) con apnee, enominata OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Tecnicamente tale sindrome, che interessa adulti e bambini, e che può determinare severi danni cardiorespiratori e neurologici, consiste nella presenza di eventi respiratori caratterizzati da cessazione completa (apnea) o riduzione del flusso di aria oronasale con persistenza dei movimenti toraco-addominali. Tra le ricadute sociali del russamento notturno troviamo l’eccessiva sonnolenza diurna con disturbi cognitivi e di memoria, che porta ad una riduzione del rendimento intellettuale e professionale oltre all’aumento di incidenti stradali e sul lavoro.

Conseguenza più grave della ridotta ossigenazione sono l’aumento delle patologie cardiovascolari, ipertensione ed eventi ischemici vascolari celebrali.

Come si può affrontare e risolvere il russamento notturno, oggi divenuto un serio problema sociale?
L’aumento di peso e di massa corporea rappresenta la principale, causa del russamento, e per cui la prima regola in questi casi è dimagrire. Esistono dei dati che debbono farci sospettare un problema del sonno da approfondire con visita specialistica otorino:

  1. Eccessiva sonnolenza diurna
  2. Risvegli con sensazione di soffocamento, sonno agitato.
  3. Ripetuti risvegli durante il sonno percepito come non ristoratore.
  4. Disturbi della concentrazione e del comportamento.
  5. Cinque o più eventi respiratori ostruttivi ogni ora di sonno.

Nel nostro centro, dopo attente e avanzate analisi diagnostiche tra cui la valutazione dei flussi respiratori, l’endoscopia delle vie aeree e la polisonnografia, (analisi computeritizzata del sonno multicanale) utilizziamo metodiche micro-invasive a radiofrequenze di terza generazione che, tramite telecamere collegate ad endoscopi a fibre ottiche, evitando incisioni esterne, tamponi e punti di sutura, consentono il migliore trattamento di ostruzioni nasali da deviazioni del setto nasale, ipertrofie dei turbinati e della base linguale, polipi nasali, adenoidi e prolassi del velo palatino e dell’ugola, principali responsabili del russamento notturno e delle apnee del sonno.

I trattamenti chirurgici più di frequente adottati per la risoluzione del problema mediante radiofrequenze, sono la uvulo-palatoplastica e la riduzione endoscopica mini-invasiva dei turbinati , in grado di sgonfiare la mucosa respiratoria senza traumi e senza applicazioni dei fastidiosi tamponi nasali. La chirurgia endoscopica funzionale nasale e faringea sono interventi quasi sempre eseguiti in day surgery, ben tollerati da adulti e bambini, poco dolorosi, non sanguinolenti e con rapido ripristino delle normali attività quotidiane.

 

 Vedi anche: