La miringotomia con drenaggio transtimpanico nella terapia delle otiti

  Categoria: Orecchio

COME SI ESEGUE LA PROCEDURA DI MIRINGOTOMIA:

La miringotomia con drenaggio trans-timpanico è una procedura veloce di Day-hospital, senza dolore postoperatorio e con rapido recupero delle normali attività sia per adulti che per bambini.

La novità consiste nell’applicazione di tubicini di drenaggio di ultima generazione che rimangono in sede nell’orecchio per un periodo variabile dai 3-4 mesi sino a 1 anno.

I moderni tubicini che applichiamo oggi hanno il vantaggio di consentire al paziente di lavare la testa e fare bagni in mare o piscina, e soprattutto non necessitano di estrazione da parte del medico, essendo naturalmente espulsi dall’orecchio stesso solo nel momento in cui il processo di otite è guarito e quindi spontaneamente il timpano si libera del drenaggio.

Pertanto con gli attuali tubicini di drenaggio autoestrudenti sono definitivamente superati i problemi legati alla rimozione del drenaggio e alla scelta del momento giusto in cui rimuoverlo.

IN QUALI CASI E’ UTILE ESEGUIRE LA MIRINGOTOMIA:

In età pediatrica è utile eseguire la miringotomia quando le otiti si ripetono in maniera ricorrente e le terapie mediche non si dimostrano efficaci nella risoluzione definitiva del problema.

Altra indicazione è la diminuzione dell’udito legata al versamento di muco, catarro o pus all’interno dell’orecchio, con conseguente ritardo nel linguaggio nei bambini e difficoltà di integrazione con gli amici e con la scuola.

Anche il ripetersi dei raffreddori tra cui la condizione molto diffusa della rinite allergica, può determinare la chiusura della tuba di Eustachio (il canale che unisce il naso con l’orecchio medio) e quindi ostacolare il drenaggio e la ventilazione dell’orecchio, contribuendo all’accumulo di liquido all’interno del timpano.

In questi casi può essere risolutiva una miringotomia con drenaggio trans timpanico al fine di liberare l’orecchio e prevenire complicanze infettive.

Pagine: 1 2 3 4