NON RESPIRI BENE?

Non ignorare i segnali del tuo corpo!

Se persistente e trascurata, l’evoluzione di un’innocente sensazione di naso chiuso può causare riduzione delle prestazioni fisiche e mentali nonché gravi problemi cardio circolatori, fino a determinare il 22% degli incidenti stradali.

Se l’assenza della percezione di una Respirazione Piena e Completa continua per oltre tre settimane, è consigliabile un primo approfondimento con una semplice autovalutazione, complilando il QUESTIONARIO SIDERO BUSINCO e nel caso ricercare la diagnosi dello specialista ORL (otorinolaringoiatra) di fiducia. L’assenza di Benessere Respiratorio è sempre dovuta all’associazione di diverse concause che determinano, interagendo, l’alterazione patologica che noi abbiamo definito RS = RESPIRATORY SYNDROME o Sindrome Respiratoria. Solo partendo da un approccio globale alla sindrome e non dalla singola ostruzione/patologia del tratto respiratorio, sarà possibile ricavare quelle preziose indicazioni che ci consentono di arrivare, da una diagnosi completa sino ad una soluzione che risolva in modo unico, definitivo e realmente mini-invasivo, il disturbo. 

Sidero Onlus offre a medici e pazienti gli aggiornamenti, l’informazione e la formazione necessaria sulle più avanzate e “maggiormente” mini-invasive soluzioni.

Russamento   Apnee notturne

Russare

Il russamento rumoroso notturno, specie se accompagnato da interruzioni respiratorie più o meno prolungate durante il sonno (apnee) è il sintomo tipico della sindrome OSAS (apnea ostruttiva del sonno).

Essendo potenzialmente responsabile di gravi conseguenze cardiache e neurologiche (infarto, ipertensione, ictus) e riduzione della concentrazione e delle performance psico-fisiche in genere, per la riduzione della quantità di ossigeno nei distretti corporei nobili, è necessario eseguire una valutazione ORL per stabilire le cause e confermare la diagnosi.

La soluzione si basa su trattamenti farmacologici e endoscopici per ristabilire il corretto flusso aereo e ripristinare l’ossigenazione fisiologica dell’organismo.

Interventi Mininvasivi Consigliati.


Turbinati

Turbinati

 La causa più frequente della difficoltà respiratoria è rappresentata dall’ipertrofia dei turbinati. I turbinati non sono una patologia o un nemico da combattere che è cresciuto nel nostro naso: i turbinati (ne abbiamo 3 in ciascuna fossa nasale) sono preziose strutture osteo-mucose in grado di riscaldare, umidificare, filtrare e condizionare l’aria che respiriamo. Quindi da preservare e trattare col massimo rispetto. 

Le sostanze inquinanti che si mischiano con quelle naturali creano una miscela inedita, che crea “confusione” ai nostri anticorpi che non la riconoscono e la ritengono pericolosa. L’apparato respiratorio “irritato” tenta di difendersi, i  turbinati si ipertrofizzano (aumentano di volume)  impedendo all’aria di entrare.  

L’allergia, in fondo, è una forma di rigetto delle  sostanze che respiriamo, prima normalmente ben tollerate, e ora sono invece riconosciute dai soggetti allergici come nemiche.

I più aggiornati dati epidemiologici ci dicono che il fenomeno è in costante aumento nelle aree cittadine ed industrializzate, a motivo degli agenti inquinanti ed irritanti che respiriamo nella vita quotidiana delle città (gas, prodotti della combustione dei motori, smog, inquinanti degli ambienti lavorativi, ecc.).

Neppure all’interno di casa o degli uffici di lavoro siamo del tutto al sicuro in quanto spesso si sviluppa reattività nasale verso agenti provenienti dai climatizzatori, dagli arredi o dalle vernici e materiali di pareti e pavimenti (rinite vasomotoria). L’ingrossamento dei turbinati è anche causato dalle allergie, che oggi sono ben più diffuse rispetto al passato, conseguenza di abitudini e stili di vita occidentali. L’uso smodato di spray nasali peggiora la situazione.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Tonsille   Adenoidi

Tonsille

Adenoidi e tonsille sono un problema del bambino che può persistere anche nell’adulto. Sono preziosi organi linfatici espressione delle difese immunitarie e quindi da trattare col massimo rispetto.

Quando si ammalano o sono di volume troppo grande è oggi possibile ridurle, sgonfiarle, smussarle o rimodellarle senza necessariamente asportarle.

La tecnica endoscopica a radiofrequenze consente di eseguire interventi molto selettivi, sicuri e ritagliati sulle singole reali necessità del paziente, evitando inutili e dannose asportazioni.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Rinite   Raffreddori   Allergie

Raffreddore

Il continuo ripetersi di episodi di raffreddore, con naso che cola secrezione fluida è ostacolo respiratorio alla corretta e piena respirazione ed è la spia della rinite.

Questa condizione è in genere persistente durante varie fasi dell’anno, e puo pregiudicare il sonno e la qualità della vita in genere.

L’ipertrofia dei turbinati si accompagna sempre alla rinite ed è la condizione responsabile dei sintomi invalidanti (secrezione nasale, ostruzione respiratoria, prurito, starnuti).

Questa può essere risolta con trattamenti endoscopici a bassissimo impatto sul paziente attraverso radiofrequenze di terza generazione che sono in grado di ridurre anche lo stato allergico eventualmente associato alla rinite.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Poliposi Nasale

La poliposi si manifesta con la crescita di masse gelatinose translucide che possono occupare il naso e i seni paranasali, ostacolando la corretta respirazione e ventilazione naso-sinusale sino a determinare quadri di infiammazione diffusa delle vie aeree, spesso anche estese ai bronchi.

La sinusite con scolo di pus, alterazione o assenza dell’olfatto e dolori o dolenzia facciale, sono i sintomi che si accompagnano alla poliposi nasale.

Anche qui le nuove tecnologie insieme agli avanzamenti delle terapie mediche (farmaci e vaccini) hanno modificato l’approccio a questa malattia, che oggi si basa esclusivamente su trattamenti endoscopici a basso traumatismo con microaspiratori (debrider) per la bonifica dei polipi nasali, balloon per il drenaggio del versamento sinusitico e riduzione delle mucose ipertrofiche eventualmente associate (radiofrequenze).

La bassa invasività deve mirare al rispetto della mucosa che non deve essere traumatizzata, evitando sanguinamenti e senza impiego di tamponi nasali post-operatori.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Sinusite   Mal di testa

Sinusite

La difficoltosa respirazione nasale può condurre alla riduzione della ventilazione dei seni paranasali (le cavita che si aprono nel naso) sino a determinare una vera e propria sinusite.

La causa dei disturbi è legata al blocco dell'aerazione dei seni facciali e al conseguente accumulo di muco al loro interno con infiammazione (senso di pressione, dolore, malessere, ansia, scolo di muco pus nasale).

La soluzione più moderna è oggi rappresentata dalla dilatazione mediante un palloncino balloon, che viene inserito con tecnica endoscopica minimamente invasiva nelle aperture naturali dei seni e consente di ripristinare lo stato fisiologico di drenaggio e ventilazione dei seni che ritrovano cosi la loro completa e preziosa funzione.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Ovattamento Uditivo   Sordità

Sordità

La riduzione della capacità uditiva o anche il semplice ovattamento auricolare (difficoltà di compensazione, rumori o dolore alle variazioni di altitudine e pressione) possono essere la spia di una difettosa funzione della tuba di eustachio. Questa è il canale di aerazione dell’orecchio medio ed il suo corretto funzionamento è alla base della salute dell’orecchio.

Otiti catarrali, sordità di tipo trasmissivo o misto, ovattamento uditivo in adulti e bambini possono essere trattati con la dilatazione mediante un semplice trattamento endoscopico della tuba, con palloncino balloon, in maniera atraumatica e definitiva e con la possibilità immediata di recuperare le normali attività quotidiane (voli aerei, sport, nuoto, ecc). Per tutti gli altri casi in cui la sordità è legata a un cattivo funzionamento o deterioramento del nervo acustico (ipoacusia percettiva) esistono tecnologie all'avanguardia audioprotesiche capaci di correggere l'abbassamento uditivo in maniera personalizzata per il singolo caso, senza rinunciare alla cura dell'aspetto estetico (miniaturizzazione della tecnologia digitale).

Setto Nasale

Setto nasale

La deviazione del setto nasale spesso accompagnata dall’ingrossamento dei turbinati di tipo compensatorio, è una della concause dell’ostruzione nasale.

Quando il difetto è strutturale, è possibile correggerlo con limitati scollamenti  e minime asportazioni della cartilagine deviata, senza dover amputare ampie porzioni con martello e forbici come avveniva in passato.

La tecnica endoscopica ed il microstrumentario dedicato sono di ausilio per eseguire interventi minimamente invasivi e soprattutto senza dover posizionare i famigerati tamponi nasali.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Sangue dal Naso

Sangue dal naso

Il problema dell’epistassi (sanguinamento dal naso) è molto frequente nel bambino, legato quasi sempre alla presenza di varici localizzate sulla mucosa del setto nasale.

Anche nell’adulto possono persistere, legate alle riniti o ad altre cause endonasali.

In ogni caso è un sintomo che va necessariamente valutato dallo specialista ORL per confermare la diagnosi, quando si ripete in maniera ricorrente.

In questi casi una semplice vaporizzazione endoscopica a radiofrequenze puo risolvere il problema con un veloce trattamento in day-hospital, senza dolore né tamponi nasali.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Perforazione della membrana timpanica

La perforazione delle membrana timpanica, conseguenza di otiti o di traumi dell’orecchio è una condizione da riparare prima possibile per evitare la cronicizzazione e l’evoluzione della patologia.

In passato gli interventi sull’orecchio erano molto invasivi e prevedevano ampie fresature e tagli.

Oggi la rivoluzione endoscopica ha interessato anche questo campo e gli approcci sono diventati mini-invasivi ed eseguiti attraverso il condotto uditivo senza tagli esterni.

I precursori delle staminali sono utilizzati per riparare i difetti della membrana timpanica associati a materiali dissolvibili e consentono di eseguire molte timpanoplastiche esclusivamente attraverso la via del condotto uditivo, senza tagli dietro l’orecchio.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Abbassamento della voce

 

Una qualsiasi alterazione della voce (sia di quantità che di qualità) che perdura oltre il periodo di 3 settimane deve essere valutata dall’ORL per identificare le cause.

La voce puo presentarsi rauca o con tonalità alterata a seconda che l’ostacolo fonatorio sia localizzato sulle corde vocali o in altre zone del tratto vocale (laringe).

Una valutazione endoscopica specialistica è in grado di porre la diagnosi e proporre la soluzione migliore in modo precoce (fonochirurgia), in quanto la patologia vocale è generalmente ingravescente.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

 Sindrome del naso vuoto (empty nose syndrome)   Rinite atrofica

I vecchi interventi chirurgici su naso e seni paranasali molto demolitivi che si eseguivano nei tempi passati erano gravati da postumi estremamente invalidanti in termini di amputazioni delle preziose strutture nasali (setto, turbinati, mucose, adenoidi) che in alcuni casi determinano la comparsa di una sindrome da naso vuoto (empty nose syndrome).

Questa condizione endonasale causa alterazione della percezione dell’aria che passa all’interno del naso, per cui il paziente non ha più la sensazione di respirare e spesso presenta formazioni di croste maleodoranti e dolore, con inevitabili ripercussioni psicologiche anche molto gravi.

Tale malattia sino a pochi anni fa non aveva soluzioni praticabili, mentre oggi eseguiamo rigenerazioni della mucosa con precursori delle cellule staminali e interventi endoscopici riparativi con l’obiettivo di riguadagnare il volume nasale perduto e la funzione della mucosa danneggiata.

Interventi Mininvasivi Consigliati.

Disturbi del sonno

Pochi sanno che le difficoltà respiratorie diventano disturbi del sonno.

E pochi sanno che questi sono causa del 22% degli incidenti stradali; che portano a una insufficiente ossigenazione del sangue e all’affaticamento cardiaco, per poi trasformarsi, se trascurate, in importanti complicazioni cardiovascolari emodinamiche ed ischemiche (Ictus e infarti).

Che nascono dalle difficoltà respiratorie, esaltate durante il sonno, hanno le stesse cause del Russamento e delle Apnee notturne,  se trascurate diventano croniche e determinano scarsa concentrazione, ansia e irritabilità, rapido affaticamento e riduzione delle prestazioni fisiche e sportive.

Gli stati ansiosi, talvolta rilevanti, sono in questi casi l’effetto del sintomo e non ne sono la causa, quindi anche la terapia che ne consegue deve tenerne conto e deve mirare ad eliminare la causa: In presenza di questi sintomi urge una visita Otorinolaringoiatrica.

Lacrimazione oculare (dacriocistorinostomia)

La lacrimazione profusa (epifora) puo essere causata da una ostruzione della via lacrimale che collega l’occhio con la fossa nasale.

L’infiammazione della congiuntiva ripetuta può determinare condizioni di ascessi oculari ed orbitari per cui è necessario ripristinare la canalizzazione della via lacrimale prima che la malattia si complichi.

L’intervento chirurgico che in passato si eseguiva con tagli esterni e impiego di frese, con un intervento molto aggressivo, è stato oggi sostituito con la tecnica endoscopica ed l'impiego di laser e microstrumenti che non dannegiano la delicata mucosa circostante.

In questo modo si allestisce una nuova connessione tra occhi e naso, con il ripristino della fisiologica via di drenaggio della lacrima all’interno del naso.


Sindrome Respiratoria

La condizione di naso chiuso e l’assenza della percezione di una respirazione piena e completa, è sempre dovuta all’associazione di diverse concause, che determinano nel loro complesso interagire l'alterazione patologica respiratoria. Con le metodiche diagnostiche oggi disponibili e l’approccio multidisciplinare, siamo in grado di identificare con precisione tutte queste differenti componenti che determinano l'ostacolo alla via respiratoria (allergie, turbinati, polipi, adenoidi, sinusite, palato, ugola, ecc). Solo in tal modo è possibile risolvere il problema del paziente in modo unico e definitivo; affrontare singolarmente e non in modo complessivo e globale tutte le singole componenti che concorrono alla alterazione tipica della sindrome respiratoria, porta spesso ad eseguire interventi troppo aggressivi sull'unica sottocomponente trattata e al persistere del disturbo.

Da non sottovalutare la terapia medica come ausilio fondamentale per garantire stabilità ai risultati ottenuti dalla associazione delle varie tecnologie mini-invasive, per concorrere alla realizzazione del vero obiettivo di garantire il ripristino del Benessere Respiratorio per il paziente, senza accanirsi su trattamenti medici o chirurgici isolati e di modesta e transitoria efficacia.



Il Recupero del Benessere Respiratorio,
talvolta salva la vita.

Le patologie che colpiscono il Benessere Respiratorio, pericolosamente, non appaiono allarmanti né urgenti nonostante l’Organizzazione Mondiale della sanità afferma che hanno già coinvolto più di un terzo dell’umanità con sintomi sempre più severi.

Pochi sanno che le difficoltà respiratorie diventano disturbi del sonno. E pochi sanno che questi sono causa del 22% degli incidenti stradali, che portano a una insufficiente ossigenazione del sangue e all’affaticamento cardiaco, per poi trasformarsi, se trascurate, in importanti complicazioni cardiovascolari emodinamiche ed ischemiche (Ictus e infarti).

Come pochi sanno che le riniti e le riniti allergiche sono la maggiore causa delle assenze per malattia, la quinta causa di prescrizione di antibiotici e, nel caso in cui ci si forzi a lavorare diventano causa di contagio e di un’alta percentuale di errori e di incidenti sul lavoro.

Tutto ciò accade perché manca la prevenzione. Farla, significherebbe far risparmiare grandi sofferenze al paziente e miliardi di euro al servizio sanitario e alla società. Riappropriamoci del nostro benessere respiratorio.

Le recenti acquisizioni in tema di terapia farmacologica delle vie respiratorie oggi si concretizzano soprattutto in nuovi farmaci sotto forma di spray nasali o aerosol, molto efficaci nel ridurre il sintomo della congestione nasale ed in generale l'infiammazione della mucosa di tutto il naso.

Le associazioni tra queste nuove molecole consentono risultati estremamente efficaci locali, a fronte di scarso o nullo assorbimento e tossicità per l'organismo.

Elenco Interventi Mini-invasivi

Terapia Medica

Entra in contatto con Sidero

Richiedi un contatto

Invia un messaggio

Per approfondire i contenuti del sito e per avere informazioni su tutti i trattamenti a ridotta invasività potete compilare il form linkato di seguito.

Avrete la possibilità di stabilire un contatto con un Medico specialista per ottenere ogni informazione su Sidero Onlus e su tutte le tecnologie all'avanguardia per la vostra Salute


Contattaci Ora

Compila il questionario

Valuta la tua Condizione

Il questionario Sidero Businco 90 consente a chiunque di ottenere una informazione precisa e analitica sul proprio Benessere Respiratorio globale, attraverso la risposta a un veloce elenco di domande di screening.

I questionari saranno valutati gratuitamente da un Medico specialista, nel rispetto delle norme sulla privacy, che risponderà in modo personalizzato a seconda delle risposte fornite.

Compila il questionario